Navigare Facile

Le Diverse Calligrafie

I Caratteri Del Novecento

Nel 1900, si ha la massima espansione dei più noti caratteri usati in scrittura,tra questi ricordiamo: il carattere  "onciale" con alfabeti a stile calligrafico e un'unica forma maiuscola e minuscola. Per citarne alcuni, abbiamo le lettere di "Solemnis" di Gunther Lange nel 1953, e lo stile disegnato di Kausche.

Il carattere "classico", pur avendo alcuni tratti di differente stile mantiene  la forma del Lepidario romano. Alcuni dei famosi caratteri sono: il "Times New Roman", disegnato negli anni '30 da Morison, e il "nova augustea", realizzato da Aldo Novarese agli inizi del 1960.

Il carattere "rettiforme", indicato come "egiziano" realizzato agli inizi del 1800, si presenta con una struttura diversa, come quella con forma rettangolare e angolo rotondo, disegnata da George Trump nel 1930.

Il carattere "lineare" invece, ha subito un certo declino nell'800, ma agli inizi del 1920 è stato riadattato con i caratteri di "futura" e "semplicità" della Niebolo.

Il carattere di "fantasia", delinea temi semplici ed estetici anche se la forma risulta bizzarra. Esso mantiene comunque  il suo rigore attraverso la linea che presenta. Oggi sappiamo che il carattere illeggibile presente in passato, è stato sostituito da un carattere più dinamico proprio per la difficoltà che presentava nel riuscirlo a decifrare.

I caratteri "ornati" invece sono stati sviluppati per suscitare interesse a chi li vedesse, a volte si tratta di completare già un gruppo di caratteri esistenti, altre volte invece per ornare iniziali singole.

Ed infine i caratteri a "forma quadrata" che pur facendo parte di un loro stile hanno una forma geometrica, allungata orizzontalmente. Per citarne alcuni, ricordiamo; il "Carolus" realizzato negli anni '50 dalla Berling.

Ecco elencati solo alcuni tipi di carattere che vengono usati nelle diverse forme di grafia.